Search
|
Google Ads: Il Targeting

Google Ads: Il Targeting

Come funziona e come si applicano le molteplici opzioni di targeting di Google Ads.

Nel mondo della pubblicità su Google Ads sono disponibili molte opzioni di targeting, ognuna progettata per raggiungere il pubblico di destinazione in modo unico.

Keywords Targeting

Le parole chiave sono parole o frasi utilizzate per comunicare a piattaforme come Google e Bing su quali ricerche vogliamo che la nostra pubblicità appaia.

Quando un utente si rivolge a Google e cerca "scarpe rosse", Google esegue la scansione dell’account di riferimento per verificare se questo contiene la parola chiave "scarpe rosse". Se si risulta idonei e ci si può presentare per la query. In caso contrario, l’annuncio non verrà pubblicato.

Molti altri fattori influenzano la pubblicazione degli annunci (ad esempio, il quality score, max CPC, match type e presenza di keywords negative).

 

Display Targeting

Le campagne display sulla Rete Display di Google (GDN) hanno diverse opzioni di targeting e due categorie principali:

  • Contextual targeting, ovvero targeting contestuale (di contenuto), significa che le opzioni di targeting si concentrano sul contenuto della pagina o del sito. Quando si opta per il targeting contestuale, si comunica a Google che si vuole apparire su siti con contenuti pertinenti all’annuncio.
  • Audience targeting, ovvero quando scegli il targeting in base al pubblico, comunichi a Google che vuoi apparire per le persone che mostrano comportamenti che lo identificato come importanti, indipendentemente dal contenuto che stanno visualizzando.

Contextual Targeting

a.     Placement Targeting

Gli inserzionisti forniscono a Google un elenco di siti Web specifici su cui vorrebbero pubblicare i propri annunci.

Affinché l’annuncio venga pubblicato, il sito Web deve fare parte della rete pubblicitaria di Google AdSense. 

b.     Keyword Targeting

Per la Rete Display di Google, le parole chiave non utilizzano i tipi di corrispondenza e più che altro funzionano come corrispondenza generica nella ricerca.

Gli inserzionisti forniscono a Google un elenco di parole chiave,quindi Google troverà contenuti che corrispondono vagamente alle parole chiave.

c.     Topics

Il targeting per argomento consente agli inserzionisti di scegliere argomenti da un elenco che Google crea per raggruppare siti Web e posizionamenti che si adattano al tema.

Audience Targeting

a.     In-Market

Questi segmenti di pubblico sono gruppi di utenti che Google ritiene stiano cercando attivamente o che sono "sul mercato" per un prodotto o servizio specifico.

b.     Life Events

Gli eventi sociali sono una nuova opzione nella Rete Display di Google che ti consente di scegliere come target gli utenti rispetto ai loro principali eventi sociali.

c.     Custom Intent

Puoi utilizzare il pubblico “custom intent” con segmenti di pubblico creati automaticamente oppure puoi definire il tuo pubblico inserendo parole chiave, pagine web e app correlate al tuo prodotto o servizio. Google Ads mostrerà annunci alle persone che potrebbero essere interessate alla parole chiave su pagine, app e video.

Questo tipo di targeting è utile per raggiungere utenti che non si possono identificare negli elenchi In-Market o se si vuole restringere il focus un pò di più rispetto a ciò che offre il pubblico In-Market.

d.     Affinity

Il pubblico di affinità e’ quello con la portata di targeting maggiore sulla Rete Display. Inizialmente avevano lo scopo di imitare il pubblico televisivo.
Questi elenchi sono gruppi di persone che potrebbero avere un'affinità con un determinato settore o cosa, come "Beauty Mavens" o"Appassionati di social media".

Questi segmenti di pubblico sono perfetti quando si vuole raggiungere un gruppo di persone in base a sforzi come il branding o inviti all'azione di alto livello.
Come per il “customintent”, e’ possibile anche creare i tuoi elenchi di affinità personalizzati aggiungendo parole chiave eURL per creare temi personalizzati.

e.     Similar

Sono segmenti di pubblico simile a quello di partenza e si tratta di una funzione del pubblico di remarketing.
Google esamina regolarmente i profili utente all'interno di un determinato elenco per il remarketing, al fine di trovare modelli.
Se viene rilevato un pattern, Google creerà un pubblico simile ovvero un elenco di utenti che si comportano in modo simile agli utenti nell'elenco di remarketing.

Questo elenco può quindi essere applicato alle campagne come si farebbe con qualsiasi altro elenco al fine di usarlo come modificatore.

 

Remarketing

Il remarketing è un modo per interagire con utenti già incontrati in precedenza.

Secondo Google, "Puoi mostrare gli annunci agli utenti che hanno visitato il tuo sito web aggiungendo a quest'ultimo il tag globale del sito di remarketing e gli snippet evento. Il tag globale del sito è una libreria di tag web per i prodotti Google di misurazione dei siti, monitoraggio delle conversioni e remarketing. È un blocco di codice che aggiunge i visitatori del tuo sito web agli elenchi per il remarketing, consentendoti quindi di indirizzare gli annunci a questi visitatori".

Esistono molti modi per creare questi elenchi e sfruttarli negli account PPC.

a.     Remarketing Pixel Audiences

Un pixel di remarketing è un piccolo frammento di codice inserito nel sito (cookie) per monitorare gli utenti che visitano la pagina.

Questo cookie consente agli inserzionisti di creare elenchi di utenti da usare poi come target nelle piattaforme pubblicitarie.

b.     Customer Uploads

Un elenco di e-mail dei clienti importati da Google, Bing o Yahoo.
Le piattaforme pubblicitarie rovano gli indirizzi email forniti.

Questo tipo di elenco è ideale quando si desidera effettuare il retargeting di utenti nel proprio CRM. 

c.     Google Analytics Import

Con Google Ads, si possono collegare gli account Google Analytics e Google Ads e importare il pubblico in base alle metriche di Google Analytics.

Google Analytics dispone di una serie molto più potente di criteri per selezionare il pubblico, che consente di sfruttare il coinvolgimento del sito,il sequenziamento e altri indicatori per creare i nostri elenchi.

 

Demographics

Il targeting demografico può essere un ottimo modo per influire in modo incrementale sul rendimento o garantire che si sta raggiungendo il pubblico di destinazione ideale.

a)     Età e genere

b)     Reddito familiare

c)     Stato parentale

 

Diversi tipi di segmenti di pubblico