Search
|
Google Ads: Le Strategie Per Gestire Il Coronavirus

Google Ads: Le Strategie Per Gestire Il Coronavirus

Consigli per gestire le tue strategie di Google Ads durante il Coronavirus

Il panorama pubblicitario è cambiato radicalmente durante la diffusione del COVID-19. Un grande numero di attività commerciali sta fallendo.

Ecco qualche consiglio per gestire le tue campagne di Paid Search durante questa pandemia.

Proposta di valore

Poniti la seguente domanda: i tuoi prodotti e/o servizi, si possono considerare essenziali o di prima necessità in questo periodo?

Le principali tendenze da considerare per la promozione di prodotti e messaggi sono:

  • Distanza sociale
  • Smart working
  • Lezioni online
  • Vicinanza familiare
  • Intrattenimento /streaming / comunicazione
  • Servizi medici ed essenziali

Se il tuo prodotto o servizio può essere collegato o modificato per adattarsi a una di queste aree, passa a un piano temporaneo per promuovere queste iniziative.
Inoltre, cerca di passare a servizi virtuali o consulenza virtuale e fornire seminari online o webinar.

Messaggio

Esamina le campagne in corso e determina se la messaggistica è ancora adatta e cosa dovrebbe essere aggiunto per adattarsi al panorama in evoluzione, ad esempio:

  • Revisiona il CTA (call to action): se c'è scritto vieni a visitarci in negozio magari sostituisci con visita il nostro sito web
  • Non mostrare sui social immagini che esprimono troppa socialità visto che molte persone potrebbero sentirsi più sole
  • Includi informazioni riguardo i tuoi servizi di consegna per esempio gratis, veloce etc
  • Inserisci orari di apertura e chiusura
  • Inserisci messaggi di risposta e solidarietà al coronavirus

Alcuni di questi messaggi possono essere utilizzati nei tuoi annunci di testo, ma non dimenticare di utilizzare appieno le estensioni degli annunci di Google Ads come sitelink e chiamate per fornire più informazioni possibili.  

Budget & Spesa

Potresti voler spostare una porzione di budget su quei prodotti o servizi che hanno maggiore rilevanza durante questa emergenza globale.

Avrai sicuramente bisogno di spostare il budget verso campagne con il rendimento migliore per massimizzare i risultati.

In base alla piattaforma, piuttosto che budget giornalieri, considera impostazioni come “lifetime spend” oppure “monthly spend”. Questo ti concederà più tempo da investire sui processi manageriali.

Smart Bidding su Google e altre piattaforme offrono funzionalità di bidding automatizzato.

Ciò consente alle piattaforme di adeguare automaticamente le offerte CPC in tempo reale per soddisfare gli obiettivi dell'inserzionista. Questa è una funzione di automazione che può aiutarti a essere il più agile quando i comportamenti degli utenti cambiano rapidamente.

Comportamento di ricerca

Mentre le persone mantengono la cosiddetta "distanza sociale", continuano a cercare, acquistare e vivere il sogno online.

Comunicare quali servizi possono essere erogati virtualmente e i tempi per la consegna dei servizi è molto importante. Adatta il testo dei tuoi annunci o le estensioni annuncio per comunicare vantaggi come la consegna gratuita e la consegna rapida.

Keyword negative

In base al tuo mercato, noterai oscillazioni di ricerca importanti o lievi.

L’approccio dovrà essere:

> Reattivo: 

Revisione dei termini di ricerca e visualizzazione dei posizionamenti della campagna in tempo reale per parole chiave e contenuti COVID-19.

> Proattivo: 

Prevedere ricerche che possono mostrare i tuoi annunci e creare elenchi di parole chiave a corrispondenza inversa che possono essere condivisi tra tutte le campagne e facilmente aggiornati. Per esempio escludere keyword legate al COVID-19 come:

  • Corona
  • Covid
  • Coronavirus
  • Sars
  • Virus
  • Wuhan
  • Epidemia
  • Pandemia

 

Canali

Le persone che restano a casa consumano più contenuti come notizie e video e utilizzeranno più strumenti di comunicazione online.

Facebook registra un aumento del 50% nella messaggistica, con chiamate vocali e video più che raddoppiate su Messenger e WhatsApp.

Con una grande percentuale di utilizzo incentrata su messaggistica, gruppi e streaming live, Facebook afferma che molte di queste funzionalità non sono monetizzate, quindi vedono una riduzione delle entrate pubblicitarie.

Nonostante ciò, nel complesso, molte persone stanno tornando su Facebook che in precedenza aveva abbandonato la piattaforma per motivi di privacy.

Il calo delle entrate in molte piattaforme pubblicitarie digitali significa che gli inserzionisti hanno l'opportunità di vedere meno concorrenza e aumentare la quota di mercato senza modificare i loro budget attuali.

L'opportunità di raggiungere più persone nella parte superiore della canalizzazione tramite PPC e annunci social a pagamento è ora in pieno boom.

Opportunità che vale la pena esplorare ora poiché le persone consumano più contenuti:

  • Espansione degli annunci display sulla Rete Display di Google e Microsoft.
  • Opzioni di posizionamento degli annunci in-video e YouTube.
  • Pinterest per i consumatori che scoprono i prodotti per l'acquisto.
  • Twitter, mantenendo in grande considerazione i problemi di reputazione del marchio derivanti da trend e hashtag negativi sulla piattaforma.