Seo
|
SEO: La Storia

SEO: La Storia

Breve guida sulla storia della nascita dei motori di ricerca e della loro ottimizzazione.

I motori di ricerca hanno cambiato modo di cercare informazioni, condurre ricerche, acquistare prodotti e servizi, intrattenerci e connetterci con gli altri.

Dietro quasi ogni pagina online, che si tratti di un sito Web, blog, social network o app, c'è un motore di ricerca.
I motori di ricerca sono diventati la forza di collegamento e la guida motrice della vita di tutti i giorni.

Come è iniziato tutto?

1994: Yahoo viene creato dagli studenti della Stanford University Jerry Wang e David Filo. Yahoo era originariamente un elenco di segnalibri Internet e una directory di siti interessanti.

1996: Page e Brin, due studenti della Stanford University, costruiscono e testano Backrub, un nuovo motore di ricerca che classifica i siti in base alla pertinenza e alla popolarità dei collegamenti in entrata. Backrub sarebbe in seguito diventato Google.

 

La Rivoluzione di Google

Nel 2000, Yahoo ha realizzato la peggiore mossa strategica nella storia della ricerca e ha collaborato con Google permettendogli di alimentare i propri risultati organici. Prima di tale collaborazione, Google era un motore di ricerca relativamente poco conosciuto.

Il risultato fu che per ogni ricerca svolta su Yahoo compariva la scritta "Powered by Google" e cosi’, il più grande concorrente di Yahoo divenne piano piano un nome familiare.

All’epoca i motori di ricerca classificavano i siti in base al contenuto in-page, ai nomi di dominio, alla possibilità di essere elencati nelle suddette directory e alla struttura del sito di base (breadcrumbing).

Il web crawler di Google e l'algoritmo PageRank sono stati rivoluzionari per il recupero delle informazioni.
Google esaminava sia i fattori on-page che off-page: la quantità e la qualità dei collegamenti esterni che mirano a un sito Web (nonché il testo di ancoraggio utilizzato).

L'algoritmo di Google si basava essenzialmente sul concetto che "se le persone parlano di te, devi essere importante", e allora puoi apparire più in alto.

Sebbene i link fossero solo una delle componenti dell'algoritmo di ranking generale di Google, i professionisti SEO si sono agganciati ai link come se fosse il fattore più importante ed è stato così creato un intero sottosettore di link building.

Nel decennio successivo, si cercava in tutti i modi di acquisire il maggior numero possibile di collegamenti nella speranza di classificarsi più in alto.

Nel 2000, Google Toolbar divenne disponibile su Internet Explorer, consentendo ai professionisti SEO di vedere il loro punteggio PageRank (un numero compreso tra 0-10).
Grazie a PageRank, Google ha essenzialmente introdotto una misura di valuta.

I risultati organici di Google hanno anche ottenuto una società sotto forma di annunci AdWords a partire dal 2000. Questi annunci di ricerca a pagamento hanno iniziato a comparire sopra, sotto e a destra dei risultati non pagati di Google.

Google AdSense

Nel 2003, dopo aver acquisito Blogger.com, Google lancia AdSense che pubblica annunci AdWords di Google contestualmente mirati sui siti dei publisher. Il mix di AdSense e Blogger.com porta a un'impennata della semplice pubblicazione monetizzata su Internet e a una rivoluzione del blog. 

AdSense ha dato origine a tattiche di spam e siti Made for AdSense pieni di contenuti sottili / poveri / rubati che esistevano esclusivamente per posizionarsi in classifica,ottenere clic e fare soldi.

SEO e personalizzazione locale

Nel 2004, Google e altri motori di ricerca iniziano a migliorare i risultati per le query con intenzione geografica (ad esempio un ristorante, un idraulico,o qualche altro tipo di azienda o fornitore di servizi nella tua città o paese).

Sempre nel 2004, Google e altri motori di ricerca iniziano a utilizzare sempre di più i dati degli utenti finali come, ad esempio,la cronologia e gli interessi di ricerca.

 

YouTube, Google Analytics e Strumenti per i Webmaster

Nell'ottobre del 2006, Google acquisisce la rete di condivisione video generata da utenti YouTube per $ 1,65 miliardi, oggi la seconda proprietà di ricerca più utilizzata al mondo.

Oggi YouTube conta oltre un miliardo di utenti e,proprio per questa sua crescente popolarità, il video SEO diventa cruciale per marchi, aziende e chiunque voglia essere trovato.

Sempre nel 2006, Google lancia altri due prodotti molto importanti.

Il primo e’ Google Analytics, il secondo e’ strumenti per i Webmaster di Google ora conosciuta come Search Console. Strumenti per i Webmaster di Google consente ai webmaster di visualizzare gli errori di scansione, vedere quali ricerche sono state visualizzate e richiedere la reinclusione.

Nello stesso anno le sitemap XML ottengono supporto universale dai motori di ricerca. Le Sitemap XML consentono ai webmaster di mostrare ai motori di ricerca tutti gli URL sul loro sito Web disponibili per la scansione.

Ricerca universale

La ricerca inizia ad evolversi in modi nuovi ed entusiasmanti a partire dal 2007. I nuovi aggiornamenti mirano a migliorare l'esperienza dell'utente.

Google inizia a fondere i risultati di ricerca organici tradizionali con altri tipi di risultati verticali come notizie, video e immagini.

 

Pulizia totale

Nel 2008, l'allora amministratore delegato di Google Eric Schmidt afferma che Internet stava diventando un pozzo nero e che i marchi erano la soluzione.
Improvvisamente, i grandi marchi iniziano a posizionarsi molto meglio nelle SERP.

Google voleva dare maggior peso alla fiducia nell'algoritmo (e i grandi marchi tendono ad avere più fiducia dei marchi più piccoli e meno affermati).

Nel 2010 Google annuncia che la velocità di caricamento del sito era un fattore che influenzava la classifica.

 

Bing e la Search Alliance

Nel 2009, Microsoft Live Search diventa Bing. Nel tentativo di sfidare il quasi monopolio di Google sul mercato della ricerca statunitense (70%),Yahoo e Microsoft uniscono le forze per collaborare a un accordo di ricerca della durata di 10 anni (anche se alla fine fu rielaborato cinque anni dopo).

Bing di Microsoft potenzia i risultati di ricerca organici e a pagamento di Yahoo e rende Bing il chiaro motore di ricerca numero 2, ma senza riuscire a rompere la grande presa di Google sulla ricerca negli Stati Uniti e nel mondo.

 

L'ascesa dei social media

Verso la fine degli anni 2000 emerge un fenomeno che avrebbe inlfuenzato I decenni successive: i social network.

Google scommette fortemente su YouTube. Altre reti come Facebook, Twitter e LinkedIn emergono pero’ come protagoniste.

Parallelamente all'ascesa dei social media, si inizia as peculare su come i social network potessero influenzare le classifiche di ricerca. I social media, effettivamente, possono aiutare la SEO, ma indirettamente, proprio come altre forme di marketing possono aiutare a indirizzare più traffico al un determinato sito web.

Nel 2011, i suoi risultati di ricerca Google vengono sottoposti a controlli molto severi a causa delle cosiddette "content farm" (siti Web che producevano elevati volumi di contenuti di bassa qualità). Le content farm stavano dominando i risultati della ricerca.

 

Aggiornamenti di Google: Panda e Penguin

L'aggiornamento Panda di Google è stato lanciato nel 2011, molti siti web hanno visto svanire gran parte del traffico, se non tutto,durante una sola notte.
Google lancia Penguin con l'intenzione di eliminare "tattiche di spam aggressive" dai suoi risultati.

Panda e Penguin sono diventati parte dell'algoritmo in temporeale di Google nel 2016.

 

Il Knowledge Graph

Nel maggio del 2012, Google presenta il Knowledge Graph. Questo è stato un grande passaggio dall'interpretazione delle stringhe di parole chiave alla comprensione della semantica e dell'intento. 

Descritta così il giorno del lancio "Knowledge Graph consente di cercare cose, persone o luoghi che Google conosce: punti di riferimento, celebrità, città, squadre sportive, edifici, caratteristiche geografiche, film, oggetti celesti, opere d'arte e altro ancora - e ottieni immediatamente informazioni pertinenti alla tua query".
Google ha migliorato i suoi risultati di ricerca con queste informazioni.

Nel settembre del 2013, sotto forma di Hummingbird, Google fa un ulteriore passo verso una nuova generazione di ricerche Google. Si tratta di un nuovo algoritmo progettato per rispondere meglio alle domande sul linguaggio naturale e alla ricerca conversazionale. Con l'ascesa del mobile (e della ricerca vocale), Google ha dovuto ricostruire completamente il funzionamento del suo algoritmo per soddisfare le esigenze degli utenti moderni.

Google voleva offrire risultati più rapidi e pertinenti, in particolare per gli utenti che utilizzavano dispositivi mobili.

 

Mobile-First

Nel 2015, l'Anno del cellulare, le ricerche mobili superano la ricerca desktop per la prima volta su Google.

 

Intelligenza artificiale e machine learning

Le ricerche vocali stanno aumentando. La ricerca visiva è diventata molto precisa. Gli utenti (e i marchi) adottano sempre più chatbot e utilizzano assistenti personali (ad esempio Siri di Apple, Alexa di Amazon e Cortana di Microsoft).

Conclusione

La storia della SEO è stata caratterizzata da svolte e cambiamenti entusiasmanti: la nascita di nuovi motori di ricerca, la morte di vecchi motori di ricerca, nuove funzionalità SERP, nuovi algoritmi e aggiornamenti costanti, oltre alla nascita di grandi pubblicazioni SEO, conferenze, strumenti ed esperti .

Mentre i motori di ricerca e la SEO si sono evoluti notevolmente nel corso degli anni, una cosa rimane vera: finché ci saranno motori di ricerca, SEO rimarrà vitale.